Groupage

Groupage

Il progetto riguarda lo sviluppo di una piattaforma distributiva, basata su metodi di ottimizzazione e su tecnologie e sistemi innovativi, che sia in grado di integrare le varie fasi della catena logistica a supporto della creazione di un nodo di consolidamento e deconsolidamento della merce presso il porto di Gioia Tauro.
Lo sviluppo di tale infrastruttura riveste un ruolo di elevata importanza strategica, in quanto consentirebbe di spostare il traffico delle merci via mare destinato al Mezzogiorno d’Italia dal porto di Genova al porto di Gioia Tauro, che risulterebbe, in alcuni contesti, più competitivo ed economico rispetto ad altri scali e punti di consolidamento.

In particolare, l’attuale contesto vede:
•    un consistente traffico di tipo groupage (LCL : less container load) che interessa il Centro Sud d’Italia sia in Import (dal Far East e Americhe) che in Export (verso Far East e Americhe);
•    un numero di Consolidatori e Spedizionieri esteri che storicamente ha come riferimento (punto di arrivo) gli scali del Nord Italia e i magazzini di deconsolidamento in Lombardia.
La maggior parte del traffico di tipo groupage sia in entrata che in uscita si incentra nei punti di consolidamento e deconsolidamento del Nord Italia dove vengono organizzate:
•    attività di ritiro e/o distribuzione presso i piccoli importatori/esportatori;
•    attività di sdoganamento;
•    attività di magazzinaggio.
È evidente che in tale contesto l’importatore (esportatore) del Centro Sud deve necessariamente ricevere (spedire) la merce dai centri di consolidamento (deconsolidamento) siti nel Nord d’Italia. Tale situazione danneggia gli operatori del Meridione a causa di:
•    maggiori tempi per la consegna/spedizione;
•    maggiori costi distributivi.
Il maggior costo di tipo distributivo è dovuto al fatto che i containers arrivano presso il porto di Genova. Successivamente vengono trasportati al centro di consolidamento/deconsolidamento in Lombardia. Le singole partite vengono stoccate, sdoganate e distribuite in tutta Italia ivi incluso il Centro Sud.
Il mezzogiorno d’Italia è caratterizzato da piccoli importatori/esportatori. Questa situazione sottolinea l’importanza della presenza di centri di consolidamento/deconsolidamento nell’area portuale di Gioia Tauro.
Inoltre, è utile osservare che gli operatori logistici del Nord d’Italia sono presenti sul mercato da più tempo, possiedono un affermato Know How, adeguati mezzi finanziari ed efficienti ed efficaci strumenti di controllo del servizio di distribuzione della merce e di riempimento/svuotamento dei containers.

Ai fini delle attività di consolidamento/deconsolidamento rivolta ai piccoli importatori/esportatori del Centro Sud è necessario affrontare diversi problemi. Il primo è quello relativo al “groupage” ovvero alla definizione di una strategia ottimale per riunire e raggruppare piccole partite (ordini) provenienti da mittenti diversi di un determinato Paese e indirizzate a destinatari diversi in un altro Paese, con l’obiettivo di costruire un lotto da introdurre successivamente, con un’operazione che viene denominata di consolidamento, in un’unità di carico.
Altro aspetto fondamentale del processo logistico oggetto di analisi è la forte correlazione tra la fase di groupage e la fase di spedizione (il routing). In particolare, una volta de-consolidata la merce, questa deve essere stoccata e caricata sui vettori. Questi ultimi, partendo dal magazzino di deposito, visitano i clienti consegnando la merce e ritornano al deposito.
Le fasi di caricamento dei veicoli e di spedizione della merce sono fortemente correlate. La soluzione di un problema rappresenta, infatti, l’input per l’altro. Inoltre, non esiste una sequenzialità stretta fra i due problemi nel senso che è possibile risolvere in maniera indifferente prima il problema del caricamento o poi quello dell’instradamento e viceversa. È utile osservare che la soluzione operativa ottima per un problema non sempre coincide con la soluzione ottima dell’altro. È evidente una stretta correlazione fra i due problemi. In particolare la risoluzione di uno non può prescindere dalla risoluzione dell’altro.
Il risultato del progetto Groupage sarà una piattaforma in grado di garantire una forte integrazione delle diverse fasi.
Dal punto di vista dell’ottimizzazione, questo implica la definizione, la progettazione e lo sviluppo di un sistemo di supporto alle decisioni che integri in maniera ottimale le scelte operative relative al consolidamento/deconsolidamento della merce ed alla successiva distribuzione.