Innovatività

SIMON  è stato concepito come uno strumento di monitoraggio e di analisi innovativo con diversi impatti sulla competitività e l’innovazione dei processi gestionali ed operativi siano essi relativi alla logistica portuale interna (processi terminalistici c/o il porto di Gioia Tauro relativi sia al traffico container che al traffico vetture) che alla logistica distributiva ed intermodalità (processi di sdoganamento, Deconsolidamento delle partite e stoccaggio, trasporto e consegna a destino). Ad oggi non esiste un software che accorpi funzioni di process monitoring e business intelligence a funzioni di information retrieval (nello specifico data mining) decision support (tale funzionalità sarà garantita dalla presenza di modelli di simulazione che opereranno off-line rispetto al sistema di monitoraggio real-time interfacciandosi con la BDM per l’acquisizione dei dati di input). S.I.MON punta alla realizzazione di tale sistema, aggiungendo una componente di flessibilità che consentirà l’adattamento del prototipo alle più disparate situazioni. In effetti il prototipo potrà essere considerato come un framework di monitoraggio dei processi e di analisi dei dati e di possibili scenari alternativi da modellare secondo le proprie esigenze. Questo approccio, oltre ai classici benefici prodotti dal controllo accurato dei flussi di lavoro, porterà diverse altre innovazioni ai Soggetti proponenti:
• Favorirà lo sviluppo di un catalogo di processi/servizi per la logistica integrata. La difficoltà di gestione di un catalogo infatti è spesso legata non tanto alla definizione, modifica e cancellazione dei servizi in sé, quanto alla gestione dei cambiamenti in termini di adeguamento di ciò che ruota intorno ai servizi stessi. S.I.MON propone di realizzare un framework di monitoraggio a stati di processo adattabile ad ogni situazione grazie al sistema degli Adapter;
• Mediante la definizione di eventi correlati ai processi ma non strettamente legati ai flussi di lavoro e la modellazione della BDM aprirà nuovi scenari di controllo e gestione dei servizi: lo scopo è confrontare, a mezzo di tecniche complesse di indagine (Data Mining e programmazione matematica), i dati di flusso con le informazioni ad essi correlate al fine di scoprire connessioni nascoste fra di essi. Le applicazioni possono essere molteplici come ad esempio l’infortunistica, gli approvvigionamenti, la razionalizzazione dei flussi e la manutenzione;
• Applicando il concetto di macchina a stati permetterà di disaccoppiare il monitoraggio dal singolo processo monitorato, riducendo le risorse necessarie all’esecuzione di S.I.MON e di conseguenza i costi;
• Garantirà la fruibilità delle informazioni con tempi di latenza minimi applicando tecniche di Event Stream Processing, nate nel mondo finanziario. In pratica molteplici stream di eventi verranno processati simultaneamente e fra di essi saranno identificati solo quelli significativi utilizzando tecniche avanzate individuazione di pattern complessi e correlazione ed astrazione degli eventi secondo diversi principi (tempo, casualità, gerarchia, appartenenza, etc.). S.I.MON permetterà quindi di disporre in tempo reale di informazioni aggregate sull’andamento dei processi, indipendentemente dalla varietà dei sistemi informativi coinvolti;
• Consentirà di uniformare le informazioni provenienti da diverse sorgenti attraverso funzioni di Complex Event Processing. Le informazioni/eventi inoltre potranno essere veicolate in flussi alternativi attraverso meccanismi di routing chiamati Enterprise Integration Pattern e confrontati fra di loro tramite tecniche di correlation.
• Per rendere efficiente la gestione degli eventi saranno valutate tecniche decentralizzate per il rilevamento degli eventi che consentano di realizzare aggregazioni efficienti del tipo in-network senza ipotizzare l’utilizzo di un singolo punto di raccolta evitando così di creare una rete a connettività completa e congestioni in prossimità del punto di raccolta.
• Attraverso la costruzione dei modelli di metadati per le regole di esecuzione consentirà di modificare il comportamento di S.I.MON in risposta all’identificazione di un evento significativo senza l’intervento del personale ICT. Il raggiungimento di questo obbiettivo consentirà di ridurre notevolmente i tempi ed i costi di adattamento del software ai cambiamenti.

SImon è un progetto di ricerca e innovazione che consentirà  ai soggetti proponenti di acquisire maggiori competenze sulle problematiche legate alla gestione ottimale dei processi logistici. Il gruppo di sviluppo del progetto è composto da aziende operanti sia come terminalisti che come società di spedizione e trasporto, pertanto interessati al miglioramento dei processi di logistica portuale interna (loading/unloading nave , tuck treno, stoccaggio in piazzale , consegna c/o i gate ) che di logistica distributiva (export/import, magazzinaggio , trasporto terra, mare, aria). In tal modo, si favorirà il processo di maggiore collaborazione di tutti gli operatori economici che saranno coinvolti nel progetto con l’obiettivo di ottenere un duplice effetto: maggior coinvolgimento dei gruppi di aziende alle strategie aziendali e la possibilità di utilizzare l’elevato livello di competenza specifico nel settore di riferimento nella fase di analisi, nella fase di progettazione del sistema di gestione e nella fase di validazione dei risultati.
La focalizzazione dell’attività di ricerca sui processi di gestione delle aree terminalistiche, di depositi doganali e non, di logistica distributiva, dedicati a merci di vario tipo e pertanto soggetti a di versi vincoli del tipo:
• Mezzi impiegati per lo sbarco / imbarco ed handling di piazzale;
• Mezzi impiegati per la distribuzione;
• Procedure di sdoganamento in relazione alla tipologia di merce e relativi vincoli fiscali/doganali/comunitari (import/export);
• Misurazione delle performance;
• Gestione degli spazi esterni (yard) ed interni (magazzini);
• Incompatibilità in differenti casi tra merci in termini di stoccaggio;
• Tempo di sosta e detention del container;
• Modalità di arrivo delle navi, trucks e treni.

porterà allo sviluppo di conoscenze e competenze specifiche.
Gli studi come si è visto verranno effettuati attraverso tecniche scientifiche di analisi e di simulazione applicate al mondo della logistica, per poi essere implementati fattivamente attraverso strumenti software messi a disposizione del management. La valenza di questi strumenti verrà misurata durante la fase finale di validazione e correzione, attraverso simulazioni degli scenari proposti, applicando i risultati in output dal prototipo secondo diverse condizioni in input. I modelli verranno approntati per migliorare diversi aspetti della produttività e della competitività dei processi attualmente implementati secondo principi di ottimizzazione dei costi, dei tempi, delle risorse umane e tecniche, della gestione degli spazi chiusi ed aperti, dell’utilizzo dei mezzi e delle infrastrutture.


Simon è un progetto cofinanziato dall'Unione Europea dallo Stato Italiano e dalla Regione Calabria - POR FESR Calabria 2007/2013 Asse I Ricerca Scientifica, - Innovazione Tecnologica e Società dell'Informazione